mercoledì 28 novembre 2012

GRAZIE GRAZIA

blogger we want you

<script id="thescript" src="http://blogger.grazia.it/images/blogger/js/badge.js?blid=425" blid="425" name="grzscript"></script>

Il blog "à Première vue" nasce nel Novembre 2011, inizialmente come gioco, per poi diventare una sorta di diario dove, circa ogni giorno ho la possibilità di annotare ciò che mi colpisce di più. Il nome, infatti, che in italiano si traduce come "a  prima vista", non è stato di certo scelto a caso, ma è frutto di un modo di vivere fatto di emozioni, dove sono gli occhi e il cuore i veri protagonisti.
Perchè, nella moda, come nella vita di tutti i giorni io sono così: un'inguaribile istintiva, che, predilige un abito, una scarpa, piuttosto di un'altra, spinta da qualcosa d'irrazionale, ma puro: la passione. La stessa che mi porta ogni giorno a seguire questo blog, che da un anno a questa parte, mi da davvero tante soddisfazioni.

I motivi per cui scrivo sono svariati, a volte lo faccio per me stessa, altre invece per dare consigli utili alle followers. A volte, pubblico foto di outfits che indosso, altre invece, mi diletto a parlare di brand che mi colpiscono. Insomma, non seguo regole ben precise per scrivere, ma, come dicevo prima, mi lascio prendere per mano dalla mia fantasia e dalle mie sensazioni più svariate Perchè la moda è questo che mi trasmette:.una voglia incredibile di discuterne e talvolta di criticarla. Non sempre, infatti, gli articoli che pubblico sono finalizzati a parlarne in maniera positiva, soprattutto se si tratta di una collezione che in nessun modo ha soddisfatto il mio gusto. Ma, anche in questo caso, la si mette in discussione proprio perchè la si ama.

Seguo www.grazia.it da tanto tempo ed è sempre piacevole perdersi nella lettura della moltitudine di articoli pubblicati.Piacciono e, mi piacciono perchè sono vicini alla gente, perchè trattano non solo di moda, ma di vita vera. E in questo mi sento molto vicina, perchè anche a me piace spaziare e non concentrarmi su un tema unico.
L'articolo, infatti che mi ha colpito maggiormente è quello appartenente alla It fashion sezione collezionisti, dove chi parla è una ragazza italiana, Francesca che, spinta  sin da bambina dall'amore per i Beatles , complice un babysitter avanguardista, ha raccolto negli anni tutti i pezzi conosciuti e non del gruppo.
La stessa passione che ha accompagnato lei negli anni, lo sta facendo anche con me: questo blog ne è la testimonianza.E se potessi scrivere anche per Grazia, sarebbe un sogno che si realizza.Ecco il link:http://www.grazia.it/moda/collezionisti/beatles-collezione-francesca-delogu



Perciò, votatemi!
<script src="http://blogger.grazia.it/images/blogger/js/badge.js?blid=0" blid="0" name="grzscript"></script>

2 commenti:

  1. un abito, non un'abito

    RispondiElimina
  2. vorrei vedere la tua faccia per potermi fare una risata..

    RispondiElimina

Post più popolari